Categoria: Società

Si nota all’imbrunire (solitudine da paese spopolato)

Va in scena, fino a domenica 3 novembre, al teatro Morlacchi di Perugia lo spettacolo che ha già riscosso un grandissimo successo allo scorso Festival di Spoleto. “La vita si può capire solo all’indietro, ma si vive in avanti.” SØREN KIERKEGAARD Dopo essere stato acclamato in tutta Italia approda a Perugia, ad inaugurare la stagione 2019/2020 – nonché lo…

Di Matteo Pasquinelli 02/11/2019 0

Achille Lauro e noi

Di Marco Piccinelli Tutti conoscono la celebre canzone Come potete giudicar dei Nomadi, resa ancor più famosa dal particolare timbro vocale di Augusto Daolio: «ma se vi fermaste a guardar con noi a parlar v’accorgereste certo che non abbiamo fatto male mai». Poche parole ma dense di significato in una canzone che si traduceva davvero…

Di Aurora Admin 27/03/2019 Off

Tendenza a dragare

Forse il problema è solo mio, forse sono un inguaribile pensatore, forse non è opportuno cercare infiniti pretesti per infiniti pensieri. Eppure, non sarò il solo – mi correggo – eppure, non voglio sentirmi il solo; evito di pensare di essere l’unico che ha bisogno di bucare, scavare, dragare il terreno del presente, in cerca…

Di Andrea Detoma 15/03/2019 Off

Il “Pueblo” di Ascanio Celestini vive la nostra medesima condizione umana

Al teatro Torti di Bevagna è andata in scena la seconda parte della trilogia dell’autore iniziata con Laika Ascanio Celestini non perde l’occasione di mostrare la sua grande capacità di guitto, di difensore delle masse deboli e reiette, ai margini di una società spietata e diretta ineluttabilmente verso un baratro privo di qualsiasi valore umano.…

Di Matteo Pasquinelli 14/01/2019 Off

The walking man

  Quello che state per leggere è un racconto da brividi. Il genere è l’horror e gli antagonisti della storia sono esseri che mi spaventano molto: gli Zombie. Sono così ossessionato ed impaurito che li inizio a vedere anche di giorno.   Esco dal supermercato e mi sbarra la strada uno zombie che si protende…

Di Andrea Detoma 18/11/2018 Off

Smartphone a scuola: nuovismo e sterilizzazione del dissenso

È di pochi giorni fa la dichiarazione della ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli in cui apriva all’utilizzo degli smartphone da parte degli studenti in classe. Nei media mainstream pro-governativi, questa notizia è passata come l’ennesima prova del “modernismo” del governo, che apre alle nuove tecnologie: uno smacco per i luddisti che ancora si ostinano a vietare…

Di Francesco Monticelli 25/09/2017 Off