Associazione Aurora

 

 

L’aurora è quel chiarore che appare nel cielo a oriente prima del sorgere del sole.

Quel lasso di tempo che trascorre tra l’imperscrutabile oscurità e l’eterno divenire della luce sulla terra.

Un istante in cui non si percepiscono né lo scorrere del tempo né tanto meno il dispiegarsi dello spazio, ma solamente una riflessione.

Perciò vuole esistere l’Aurora.

Un’associazione nata per opporsi alla realtà di un presente stagnante, con l’obiettivo di rappresentare un luogo di partecipazione, di confronto e di riflessione.

La conoscenza avviene per “sfregamento di anime”, asseriva Platone.

Per questo l’Aurora è animata da un insieme di persone pronte al confronto, con una visione differente del mondo: una piccola realtà con grandi sogni che non vede limiti difronte a sé.

Il fine è comune ed è la cultura.

Ma l’aurora rappresenta anche il primo apparire, il principio di qualunque cosa, la novità che irrompe impetuosamente nella storia.

Una fucina di menti creative pronte a contribuire in prima linea sul terreno della conoscenza.

Con la consapevolezza di essere un luogo di arrivo e allo stesso tempo un punto di partenza.

Per questo il simbolo che rappresenta l’Aurora è un’ancora, allegoria della sicurezza e della stabilità: la salvezza all’incombere di un naufragio.

Nello sfondo si vede Apollo, dio greco del sole e della luce, di tutte le arti, della musica, della profezia, della poesia e della scienza che illumina l’intelletto. Protettore delle Muse e tutore delle arti.

L’Aurora resta con uno sguardo vigile nel passato, nella storia, ma compie al contempo un passo verso l’avvenire.

Rivolgendosi così verso una nuova luce. Verso un nuovo inizio.